Tunisia

Tunisia: perchè conoscerla? Parecchi sono i motivi: ma gli essenziali sono tre: grande economicità, ospitalità araba e la perdizione del tempo. Questa terra offre il grande vantaggio che la sua costa è varia e si passa da fauna e flora prettamente meditarranea a quella tipica tropicale in breve tempo e poche distanze. La cognizione del tempo qui si perde, grazie alle abitudini, alle tradizioni ed al calore della gente. Storia, cultura e tradizioni, nonchè il mare sono la vera forza di questa Nazione, che grazie alla sua posizione geografica è diventata realmente il collegamento internazionale con l'Europa.?

Costa settendrionale

E' quella che va da Tabarka, frontiera con l'Algeria a El Haouaria estrema punta nord di Cap Bon. Città storiche come Bizerta, Cartagine, Sid Bou Said e Tunisi hanno dominato mari e civiltà, e rimangono fondamenti di civiltà e culture succedutesi nel tempo.

Il golfo di Tunisi è unico nel suo genere e va attentamente visitato in tutte le sue caratteristiche, compresa l'isola di Zembra che fà parte del patrimonio UNESCO.

Oltre i patrimoni storici, archeologici e naturali esistono le culture marinare proprie di queste terre che permettevano e lo permettono ancora di fare delle pesca uno dei fondamentali mezzi di sostentamento per parecchia popolazione. Queste tentiamo, nei nostri tragitti nautici, di farli conoscere al meglio e con tutte le divagazioni del caso.

Costa orientale: da Kelibia a Zarzis

Golfo di Hammamet, quello più settendrionale. Le isole di Kerkenna di fronte alla città di Sfax ed infine il Golfo di Gabes, la città detta la porta  del deserto, estremo sud, vicinissima alla Libia, l'incantevole Isola di Djerba, una lingua di sabbia che sembra il prolungamento marino del grande Sahara.

Si passa gradualmente da una costa rocciosa e frastagliata a sempre più una costa sabbiosa e sempre più fine e bianca, analoga a quella tropicale. Il turismo, in questi luoghi fà da regina nella economia, nelle abitudini e nella vita di tutti i giorni per quasi, dieci mesi l'anno, non disdegnando parecchi turisti di frequentare il mare anche nei mesi detti per noi invernali.

E così tra un tè, una passeggiata dentro i mercati, una sosta e un bagno tra baie incontaminate, il tempo ti passa e ti trascorre senza rendersene conto. Sembra di essere entrati nella favola di Aladino, tutto diventa facile ed irreale, tutto si dimentica e non si ha più voglia di distaccarsi di tanta bellezza.

Cosa consigliamo: Quanto tempo hai?

E' la giusta domanda da fare per ottimizzare il tuo tempo e renderlo più proficuo possibile rispetto le tue aspettative.

Se hai una settimana: dedicati alla costa settendrionale oppure a quella orientale, farle tutte due insieme ti toglierà parecchie conoscenze o diventerà troppo stressante.

Se hai due settimane: goditi pure in tranquillità tutte e due le coste, avrai la possibilità di conoscere abbastanza e goderti una vacanza eccellente e indimenticabile, con il desiderio di volere ripetere l'esperienza.

Con tre settimane hai capito come si muove il mondo e le cose: La Tunisia, potrai dire che l'hai conosciuta profondamente e se vorrai potrai aggingere alla tua vacanza anche la conoscenza delle isole maltesi.

Per gli indecisi che non sanno cosa scegliere, ma sanno il tempo da investire, proponiamo delle crociere  predefinite in funzione del tempo e delle esigenze dei soci. Il tutto dipende solo da ciò che vuoi. Tu chiedi e noi faremo il massimo per accontentarti.

TUNISIA - la costa dei gelsomini

tunisia---la-costa-dei-gelsomini.pdf