Isole Eolie

Le crociere in catamarano a vela nelle Isole Eolie sono una esperienza indimenticabile, unica nel suo genere. Esse hanno suscitato e suscitano parecchio interesse nella formula imbarco individuale. Al fine di accontentare le richieste già pervenute, questa è una esperienza che offriamo anche quest’anno, con delle varianti migliorative.

ITINERARIO SETTIMANALE:


1° Giorno: Lipari, accoglienza - Vulcano, Spiaggia Gelso, Cala Ponente, Rada

Chi ha chiesto di dormire a bordo fa colazione, gli altri arrivano a Lipari entro le 13.00. Sistemazione in cabina, poi tutti a far cambusa. Una volta a bordo brindisi di benvenuto e pranzo con il pesce fresco comprato con il capitano. Lasciamo l'ormeggio, verso sud e approfittiamo di un bagno dopo il castello di Lipari. Raggiungiamo la spiaggia di Gelso, a Vulcano,(tra p.ta Bandiera e p.ta dei Porci, sud isola) dove ci aspetta un altro tuffo al largo della Spiaggia Nera (Cala di Ponente) e un giretto a terra fino al faro. Per la notte ancoriamo a Cala di Ponente e per il dopo cena…che ne pensate di un rilassante bagno notturno nelle acque calde e nei fanghi vulcanici?

2° Giorno: Vulcano, Escursione - Panarea, Cala Junco, Rada

Per chi si è iscritto al momento dell’arrivo c’è l’escursione al Gran Cratere di Vulcano, solo un’ora per salire e meno per tornare. Chi, invece, resta in barca sceglie fra relax, pesca a bolentino o apnee con il comandante. Intorno alle 16.00 si fa vela per Panarea, l’isola più mondana di queste sette perle siciliane, ma anche quella più attenta all’impatto luminoso: in giro per i vicoli luci tenui e soffuse. Notte all’ancora vicino a Cala Junco con aperitivo di rito e serata danzante al mondano Raja.

3° Giorno: Panarea e Isole adiacenti - Stromboli

In mattinata alla scoperta degli isolotti che circondano Panarea e verso Cala la Nave (NNW Panarea)  per un tuffo al Faraglione ed un saluto ai Falchi della Regina che vi nidificano. Riprendiamo la navigazione fino a Stromboli per raggiungere le sue spiagge di ciottoli di lava e le sue acque trasparenti. Quando fa buio si naviga per vedere la sciara di fuoco che scende a mare. In alternativa, avvisando lo skipper già il lunedì dell'imbarco,si può optare per un’indimenticabile escursione guidata in notturna fin sul cratere di Stromboli (924 mt).

4° Giorno: Salina, Santa Marina - Notte a Santa Marina o a Rinella (Attracco)

Facciamo rotta su Salina, decisamente l’oasi verde delle Eolie. La prima sosta è Santa Marina di Salina. Mentre l'equipaggio riempie i serbatoi dell'acqua e dà un'extra ripulita alla barca, ci facciamo tentare dall'isola: un giro in motorino fino ai luoghi in cui è stato girato “Il postino” di Troisi? Uno spuntino a Lingua a base di pani cunzatu e per gustare la mitica granita d'Alfredo? Una degustazione di cucunci,capperi e Malvasia a Leni nell'azienda agricola dell'amico Salvatore? O ancora il trekking fino al monte Fossa delle Felci, un antico cratere a quota 962 m da dove si ammira l'intero arcipelago? Notte a Santa Marina o a scelta nella più tranquilla Rinella.??

5° Giorno: Salina, Pollara - Filicudi, Canna

Per le prime ore del mattino ci attende Pollara. La piccola insenatura chiusa da una suggestiva parete a strapiombo, ricordo di un antico cratere, sarà tutta per noi. Una meraviglia da coronare con un piatto di pasta con i ricci, se avremo apneisti volenterosi! Nel pomeriggio facciamo rotta su Filicudi, giusto in tempo per il tramonto alla Canna, spettacolare scoglio a colonna alto 70 metri. Notte in rada davanti il piccolo paese di Filicudi: tradizione vuole che, sgombrato il pozzetto del catamarano,si balli fino a tardi sotto un immenso cielo stellato.?

6° Giorno: Filicudi, Capo Graziano, Grotta del Bue Marino - Lipari, Ormeggio

Giornata dedicata alla magia di Filicudi, tra acque cristalline ed atmosfera sospesa. Con la mente è facile tornare indietro nel tempo, quando alle navi romane poteva accadere di naufragare nella secca davanti a Capo Graziano, come testimoniano i ritrovamenti esposti nel museo locale. Nel pomeriggio ci infiliamo nella grotta del Bue Marino, la più grande delle Eolie che non manca di stregarci con i suoi misteriosi silenzi e i suggestivi giochi di luce, prima di riprendere la navigazione verso Lipari. Un ultimo bagno alla Porta dei Giganti e rientro al nostro ormeggio. Docce interminabili e via per negozietti nell'immancabile passeggiata lungo Corso Vittorio Emanuele. Comincia la notte più lunga, aperitivo e cena: scegliamo Al Filippino, 'E Pulera, La Tavernella da Silvana o i panini da Gilberto?

7° Giorno: Lipari, Stazionamento e Ormeggio – Sbarco

Colazione a bordo. Per chi non deve scappare subito ultime ore per il centro di Lipari o in giro per l'isola a bordo di motorino o quad.